languageswitcher

Contatti top

Martedì, 19 Novembre 2019 04:21
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Studenti e diritti civili archiviato 
Si è conclusa nella serata di giovedì 15 dicembre 2016 la prima riunione di coordinamento fra gli insegnanti responsabili dei vari istituti aderenti al progetto europeo Erasmus “Key Action 2” che si protrarrà fino al mese di marzo del 2019.

Studenti e diritti civiliStudenti e diritti civiliAl progetto prendono parte cinque istituti: per la Slovenia la scuola media “Pietro Coppo” di Isola, per l’Italia un istituto di Bassano del Grappa, una scuola di Danzica per la Polonia, una di Berlino per la Germania ed infine un istituto di Pécs per l’Ungheria.

Nell’ultima giornata di permanenza nel capodistriano gli insegnanti, accompagnati dal preside della Coppo, Alberto Scheriani, hanno visitato Capodistria e precisamente Casa Carpaccio e la mostra allestita nel 500esimo anniversario della pala d’altare “Madonna con il Bambino e i sei santi”, il Centro radiotelevisivo di Capodistria dove sono stati accolti da vice-direttore generale Antonio Rocco ed infine a Palazzo Gravisi-Buttorai hanno potuto conoscere il funzionamento e le norme che regolano l’attività e la vita della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia illustrate loro dal segretario della CAN Costiera Andrea Bartole. All’ arrivo nella sede delle principali associazioni della CNI a Capodistria sono stati salutati inoltre dal Presidente della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria, Fulvio Richter.

Studenti e diritti civiliStudenti e diritti civiliMa ritornando al progetto in questione, da rilevare che la tematica dell’iniziativa sarà incentrata sulla cittadinanza europea, con il titolo lavorativo “Being Europeans” e tratterà problemi quali l’immigrazione, la discriminazione, i diritti civili e la libertà. La Coppo di Isola includerà nel percorso progettuale i ragazzi delle prime classi dei corsi per educatori e di tecnico in economia in quanto gli stessi potranno partecipare alle attività fino alla loro conclusione. Gli studenti lavoreranno nelle loro sedi e periodicamente effettueranno degli incontri a rotazione nelle cinque località durante i quali avranno modo di esporre i risultati ottenuti. Lo scambio di esperienze per praticità si svolgerà in lingua inglese.

“Si tratta di un progetto incentrato principalmente sui problemi sociologici e sociali odierni, con particolare attenzione all’inclusione ed esclusione delle nuove popolazioni che giungono in Europa” afferma Alberto Scheriani mettendo in evidenza il carattere multidisciplinare dell’iniziativa che mira a stimolare i giovani ad avvicinarsi ad importanti temi d’attualità. Sarà questa inoltre un’ulteriore occasione per favorire lo  sviluppo di una politica europea fatta di tolleranza e solidarietà che agevoli la conoscenza fra i ragazzi e, Studenti e diritti civiliStudenti e diritti civilinon ultimo, l’utilizzo della lingua inglese anche al di fuori degli schemi dei programmi scolastici.    Studenti e diritti civiliStudenti e diritti civili