ZANSHIN TECH, la prima arte marziale digitale per difendersi dalle aggressioni digitali archiviato 
La Scuola elementare Pier Paolo Vergerio il Vecchio di Capodistria e l’Associazione di Promozione Sociale Zanshin Tech in collaborazione con la Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria e la Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria promuovono l’incontro per conoscere la ZANSHIN TECH, la prima arte marziale digitale per difendersi dalle aggressioni digitali.   Sabato, 7 aprile 2018 alle ore 17.00
  • Stampa

Zanshin techZanshin tech

Laboratorio informatico dello Spazio Giovani della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria,  Via F.d.L. 10, 6000 Capodistria.

 L'incontro è destinato a genitori e famiglie interessate a comprendere e a prevenire fenomeni come cyberbullismo, adescamento e cyberstalking.

I partecipanti verranno coinvolti in un rapido percorso di sensibilizzazione: partendo dal concetto fondamentale di realtà (fisica o digitale che sia), si arriverà ad affrontare il tema del conflitto, a riconoscerne gli elementi salienti e a discutere assieme delle possibili
contromosse preventive o di contrasto attivo tratte dalla disciplina dello Zanshin Tech, la prima arte marziale digitale.

L’incontro si propone di introdurre le basi dell'aggressione digitale e del cybebrullismo, per poi fornire alcune strategie di autotutela digitale e di difesa
attiva tratte dalla disciplina dello Zanshin Tech.

Parteciperanno all'incontro:
- M° Claudio Canavese, caposcuola e fondatore dello Zanshin Tech
- M° Silvia Perfigli, 2° Dan Istruttore e fondatore dello Zanshin Tech
- M° Stefano Chiola, 1° Dan Allenatore e fondatore dello Zanshin Tech

Lo Zanshin Tech è la prima arte marziale digitale mai creata: fonde gli insegnamenti tradizionali delle arti marziali orientali (non violenza, rispetto dell'altro, serena concentrazione, disciplina) con conoscenze tecnologiche tratte dal mondo della cyber security con il preciso scopo di insegnare ai giovanissimi (dagli 11 anni in su) a stare sicuri in rete e a difendersi da fenomeni come cyberbullismo, adescamento ed altre aggressioni digitali.

Zanshin techZanshin techZanshin è una parola giapponese che indica lo stato di vigilanza controllata e serena che il maestro di arti marziali deve avere prima durante e dopo un aggressione: è uno stato in cui si è coscienti di tutto ciò che ci circonda (pericoli e aggressori inclusi) senza per questo cedere alla paura, all'ira o ad altri sentimenti. Lo Zanshin Tech è quindi un percorso lungo, svolto in genere un'ora e mezza a settimana in un luogo dotato delle attrezzature necessarie per questa pratica (computer, tavoli, sedie) Attraverso l'analisi di casi reali e la loro dissezione nelle singole tecniche di attacco utilizzate dall'aggressore, gli allievi imparano a riconoscere i meccanismi interni del cyberbullismo, dell'adescamento e di molte altre aggressioni digitali come le truffe online, il cyberstalking, sempre rispettando le Regole del Dojo, la prima delle quali è “Non usare ciò che si impara per fare del male”.Zanshin techZanshin tech