languageswitcher

Contatti top

Mercoledì, 23 Ottobre 2019 16:10
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Visita a Capodistria del Presidente della Repubblica Danilo Türk archiviato 
Nel corso dell'intensa giornata trascorsa in visita a Capodistria, giovedì 17 maggio 2012, il presidente della Repubblica di Slovenia  Danilo Türk, ha ribadito il sostegno all'unitarietà della Comunità Nazionale Italiana che vive e opera in Slovenia e nella vicina Croazia.

La visita a Capodistria del Presidente Danilo Türk - foto: Jana BelcijanLa visita a Capodistria del Presidente Danilo Türk - foto: Jana BelcijanAl colloquio, alla presenza anche del sindaco di Capodistria, Boris Popović, han­no preso parte Alberto Scheriani, presidente della Comu­nità Autogestita della Nazio­nalità Italiana costiera e vi­cesindaco, Maurizio Tremul, presidente della Giunta Ese­cutiva dell'Unione Italiana, Fulvio Richter, presidente della CAN di Capodistria e Silvano Sau, presidente del­la CAN di Isola.
"Come prima cosa mi fa piacere senti­re che la CNI è soddisfatta dell’impegno dimostrato dal Comune e dal sindaco a sostegno delle necessità della minoranza italiana", così il Capo dello Stato, rimarcando l'importanza della comprensione e della coesistenza delle genti di queste terre, quali valori tradizionali e storici.
"Ciò che invece preoccupa un po’ tutti - ha detto ancora - è la riforma dell'apparato statale, ministeri compresi, nell'ambito della quale non è ancora chiaro in quale modo la CNI sarà rappresentata dopo la trasformazione amministrativa". La preoccu­pazione è stata estesa anche al gruppo nazionale ungherese che vive ed opera in Slovenia. Quale soluzione agli ipotetici ostacoli, Türk ha avanzato l'idea di creare un meccani­smo indipendente, che assi­curi alle due Comunità Nazionali la continuità del so­stegno governativo per quan­to concerne la tutela della lingua, della cultura e dello sviluppo dei due gruppi na­zionali.
foto: Jana Belcijanfoto: Jana BelcijanQuale nota positi­va, condivisa pure dagli al­tri partecipanti all'incontro, il presidente ha rimarcato il graduale miglioramento dei rapporti tra Italia e Slove­nia. Ad essi - ha ribadito -  presto si unirà anche la Croazia dopo il suo ingres­so nell'Unione Europea. In tal modo la CNI residente in Slovenia e Croazia potrà guardare al domani in modo ancor più positivo.
Nel corso del cordiale incon­tro, ha dichiarato Alberto Scheriani abbiamo esposto al presidente le difficoltà che la minoranza incontra giornal­mente nelle sue attività e lui ci ha assicurato il suo appog­gio nel risolverle.
Anche Maurizio Tremul ha riba­dito ancora una volta l'at­tenzione di Türk nei riguar­di dell'unitarietà della CNI. Credo che la sensibilità del Capo dello Stato, - ha detto - dimostrata a più riprese in passato e raf­forzata oggi, vada nella dire­zione giusta".