languageswitcher

Contatti top

Mercoledì, 23 Ottobre 2019 15:18
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Ricordo di Bruno Maier archiviato 
L’Accademia dei Risorti di Capodistria e la Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria hanno il piacere di invitare tutti all’incontro curato da Irene Visintini in ricordo di Bruno Maier (Capodistria 1922 - Trieste 2001) che si terrà giovedì 12 dicembre alle ore 18.00 presso la sede della Comunità degli Italiani, palazzo Gravisi, Via Fronte di Liberazione 10, Capodistria.

Ricordo di Bruno MaierRicordo di Bruno MaierBruno Maier, illustre critico e saggista di origini capodistriane, è stato uno dei pilastri del mondo culturale triestino del secondo Novecento. Nella sua ricchissima produzione saggistica un posto di rilievo è riservato agli scrittori triestini con particolare riferimento ad Italo Svevo. Dalla sua autorevole posizione di cattedratico e critico letterario Maier è stato attento osservatore del microcosmo culturale e letterario istriano, contribuendo a mantenere l’identità italiana nella sua terra d’origine, rimasta un luogo fondamentale per la sua anima. Tale ruolo è stato esplicato anche in qualità di Presidente dell’Università Popolare di Trieste, che ha guidato per lunghi anni, prodigandosi in una fruttuosa collaborazione con le istituzioni della Comunità Nazionale Italiana dell’Istria e di Fiume.