languageswitcher

Contatti top

Mercoledì, 23 Ottobre 2019 14:40
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

L'on. Simona Malpezzi in visita in Istria archiviato 
Flavia Simona Malpezzi, deputata del Partito Democratico alla Camera e componente della Commissione cultura di Montecitorio, ha compiuto lunedì 1 febbraio 2016 una visita a Fiume, Pola e Capodistria.

On. Simona Malpezzi a CapodistriaOn. Simona Malpezzi a CapodistriaLa visita è stata incentrata in primo luogo sul mondo scolastico, l’onorevole Malpezzi è stata infatti in passato docente e dopo l’elezione a deputato una degli autori della riforma scolastica che attualmente trova applicazione in Italia. Dopo le visita a Fiume e Pola, dove ha avuto modo di in contrare i rappresentanti della scuole elementari e medie oltre ai dirigenti delle Comunità degli Italiani, nel pomeriggio Flavia Simona Malpezzi si è trasferita a Capodistria dove è stata accolta dal Deputato al Parlamento sloveno Roberto Battelli, dal presidente della Comunità Autogestita Costiera della Nazionalità Italiana nonché vice-sindaco di Capodistria, Alberto Scheriani, dal Presidente della CAN di Capodistria Fulvio Richter. Primo appuntamento in calendario al Collegio dei Nobili che ospita oggi la scuola elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” ed il ginnasio “Gian Rinaldo Carli”. I rispettivi presidi Guido Križman e Luisa Angelini Ličen hanno illustrato il funzionamento e le difficoltà che i due istituti incontrano quotidianamente. L’ospite italiana, accompagnata dal presidente dell’Università Popolare di Trieste, Fabrizio Somma, dal direttore generale Alessandro Rossit e dal Presidente della Giunta dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, ha potuto apprendere dall’onorevole Battelli quelli che sono i passi che vengono portati avanti per la piena affermazione dei diritti della Comunità Nazionale Italiana in Slovenia, diritti ampiamente garantiti dai dettami di legge ma molto spesso disattesi nell’attuazione pratica delle leggi stesse. Fortunatamente – ha detto Battelli – i passi compiuti dal nuovo Governo sloveno in questi ultimi tempi fanno sperare in nuove aperture per la soluzione dei problemi.

On. Simona Malpezzi a CapodistriaOn. Simona Malpezzi a CapodistriaIl presidente della CAN Costiera Scheriani ha da parte sua evidenziato le difficoltà che si registrano in ambito locale con riferimento anche al mondo della scuola ed i passi e le azioni che vengono adottate per fronteggiare una situazione che impedisca l’ulteriore depauperamento di un mondo minoritario già di per se stesso ridotto ai minimi termini.  

L’onorevole Malpezzi si è trasferita quindi al Centro Radio-Televisivo di Capodistria dove dai capi-redattore responsabili Aljoša Curavić e Robert Apollonio ha appreso il ruolo e gli ostacoli che questa importante istituzione della Comunità Italiana deve affrontare e cercare di risolvere. Rispondendo ai quesiti posti Flavia Simona Malpezzi ha ricordato che la Commissione di cui fa parte non si occupa direttamente di mezzi d’informazione ma di cultura e di scuola. Comunque ha ricordato che radio e televisione sono istituzioni anche culturali e pertanto nel suo ruolo politico potrà farsi carico di determinate questioni che tangono direttamente l’ente capodistriano. Per quanto concerne la scuola l’onorevole del PD ha sottolineato di aver incontrato delle istituzioni d’eccellenza che rappresentano un’opportunità non solamente per gli appartenenti alla nazionalità italiana ma anche per tutti i cittadini che abitano queste terre, un’opportunità per raggiungere il concetto di cittadinanza europea.

Tappa conclusiva della visita in Istria a Palazzo Gravisi-Buttorai sede delle principali istituzioni della CNI accolta dal Presidente della Comunità degli Italiani “Santorio Santorio”, Mario Steffè.On. Simona Malpezzi a CapodistriaOn. Simona Malpezzi a Capodistria