languageswitcher

Contatti top

Lunedì, 25 Settembre 2017 20:39
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Terzo Numero
INforma
Terzo Numero

Anno
Dicembre 2016
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Folkest Capodistria 2017 - 25 anni

PROGRAMMA Folkest Capodistria 2017 – 25.esimo anniversario

 

Giovedì 29 giugno 2017 – Estivo Palazzo Gravisi-Buttorai (Circolo) ore 21.30

Pietro Sabatini & Co. (Italia)

 

Sabato 8 luglio 2017 – Atrio di TV Koper-Capodistria ore 21.30

L'AIAS in collaborazione con TV Koper-Capodistria presenta la

Produzione speciale di Folkest "Folkest sotto l'ulivo"

Tina Modotti – Gli occhi e le mani

Voce: Nicoletta Oscuro, Voce e chitarra: Matteo Sgobino

 

Venerdì 21 luglio 2017 – Piazza Carpaccio ore 21.30

Teresa De Sio (Italia) nello spettacolo

“Teresa canta Pino”

 

Sabato 22 luglio 2017 – Piazza Carpaccio ore 21.30

Ron (Italia)

La forza di dire sì – tour 2017

 

La tappa di Capodistria viene organizzata come sempre dall’Associazione AIAS con il contributo finanziario della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria, del Comune Città di Capodistria e del Ministero della cultura della Repubblica di Slovenia.

Pietro SabatiniPietro SabatiniPietro Sabatini, ex Whisky Trail, Peter Cam, Meeting, Acoustic Dreams ecc.  accompagnato da tre musicisti, Francesco Giomi (batteria) Nico Grassi (chitarra) e Samuel Pellegrini (basso), propone un concerto dove vengono eseguiti brani tratti dalla sua produzione solista, in particolare dai dischi “Dark & White” in inglese e “Aurelia Allargata” dedicato al suo territorio maremmano-livornese e sponsorizzato dal suo paese natio Venturina.

 

Tina Modotti, gli occhi e le mani

Voce: Nicoletta Oscuro

Voce e chitarra: Matteo Sgobino

Testo di: Alberto Prelli

Questo spettacolo è la tappa di un viaggio, un viaggio iniziato in punta di piedi, alla scoperta di una personalità travolgente, di una femminilità lontana dagli stereotipi e dalla convenzioni. E' un progetto artistico essenziale, soltanto due voci e le corde di una chitarra in un dialogo sobrio, puro e necessario come necessaria è stata ogni scelta della vita di Tina Modotti.

Nicoletta Oscuro - Matteo SgobinoNicoletta Oscuro - Matteo SgobinoTina Modotti, all'anagrafe Assunta Adelaide Luigia Modotti Mondini (Udine, 17 agosto 1896 – Città del Messico, 5 gennaio 1942), è stata una fotografa, attivista e attrice italiana. È considerata una delle più grandi fotografe dell'inizio del XX secolo, nonché una figura importante e controversa del comunismo e della fotografia mondiale. Opere della produzione fotografica della Modotti sono conservate nei più importanti istituti e musei del mondo, fra i quali l'International Museum of Photography and Film at George Eastman House di Rochester (New York), il più antico museo del mondo dedicato alla fotografia e la Biblioteca del Congresso (Library of Congress), la biblioteca nazionale degli Stati Uniti a Washington.

 

Teresa De Sio sarà a Capodistria con lo spettacolo “Teresa canta Pino”, un omaggio a Pino Daniele scomparso due anni fa. Teresa De Sio, nata a Napoli, stato mentale spericolato, stile musicale folk muscolare, fa dischi da anni. È libera, indipendente, innovatrice e sperimentatrice. Quando io iniziavo, dice Teresa De Sio, Pino DanieleTeresa De SioTeresa De Sio era già famoso. Ero una sua fan. Scrisse un pezzo per il mio primo disco solista. Ci siamo frequentati, poi persi di vista, poi riavvicinati nonostante le nostre strade musicali fossero ormai distanti: lui verso il blues, io verso il folk-rock. Nel 2014 insieme abbiamo fatto insieme 5 concerti. Avevamo anche altri progetti....


Chiuderà la venticinquesima edizione di Folkest a Capodistria uno dei grandi della canzone d’autore italiana, Ron, al secolo Rosalino Cellamare. La sua carriera inizia nel 1970 quando, non ancora diciassettenne, sale sul palco del Festival di Sanremo con "Pa’ diglielo a Ma’", conquistando da subito notorietà e favore del pubblico. Negli anni ‘70, Rosalino mette le basi per la sua carriera: l’amicizia e la collaborazione con Lucio Dalla (si deve a lui anche la scelta del nome Ron), la stesura delle prime musiche (di Ron, ad esempio, è “Piazza Grande”, che Dalla porterà a Sanremo nel 1972), gli album sperimentali, i RonRonconcerti impegnati (tra cui il celebre “Banana Republic”, con Dalla e De Gregori nel 1979) e una parentesi nel cinema (“Lezioni private”, “In nome del Papa Re”, “L’Agnese va a morire”, “Turi e i Paladini”, “Mascagni”) formano l’artista e lo lanciano definitivamente nel mondo della musica italiana.

Tra il ’90 e il ’96 nascono alcune sue canzoni entrate di diritto nella storia della musica italiana, come “Attenti al lupo”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Le foglie e il vento” e “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, con la quale vince, sul palco con Tosca, il 46° Festival di Sanremo.