languageswitcher

Contatti top

Mercoledì, 23 Ottobre 2019 14:42
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Grande apprezzamento per la mostra "ArteFactus"
Lusinghiero successo di pubblico e critica per la mostra “ArteFactus” del connazionale Edo Zanco che qualche giorno fa ha chiuso i battenti presso la sala d’esposizione di Palazzo Gravisi-Buttorai.

Palazzo Pretorio CapodistriaPalazzo Pretorio CapodistriaL’artista autodidatta con le sue creazioni usa esclusivamente materiali di riporto, vecchi attrezzi, abiti smessi, legno riciclato e tutto quanto riporta inesorabilmente al territorio che lo ha visto nascere e crescere, l’Istria. Edo Zanco si è trasferito con la sua famiglia a Capodistria nel lontano 1964 dalla natia Portole. In passato aveva già esposto le sue opere presso Palazzo Gravisi-Buttorai ma anche a Isola, Costabona e Truscolo. Le sue opere sono un inno ad uno dei temi più attuali dei tempi moderni il riciclaggio dei materiali. Ad oggetti che hanno ormai esaurito la loro funzione primaria infonde nuova vita e nuovi contenuti grazie alla sua vena artistica. “Oggi – ci dice Zanco – è sempre più difficile trovare gratis materiali da riciclare anche perché la gente ha assunto maggiore coscienza del valore dell’eredità culturale e dell’importanza degli oggetti antichi”. Un vero e proprio simbolo dell’arte di Edo Zanco è sicuramente un collage per i quali ha usato parti di vecchi jeans per dare vita ad un paesaggio tipicamente istriano intitolandolo “Istria in braghe de tela” anche un titolo estremamente esplicativo del pensiero stesso che anima le abili mani di Zanco nella creazione delle sue opere.

Per la cronaca diremo che le opere di Edo Zanco non sono in vendita.Zanco - Panoramica della mostraZanco - Panoramica della mostra

Istria in braghe de telaIstria in braghe de tela