languageswitcher

Contatti top

Venerdì, 15 Novembre 2019 22:30
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Settima riunione del Consiglio della CAN di Capodistria
L'aggiornamento del sistema elettorale in Slovenia, che riguarda da vicino anche la Comunità Nazionale Italiana, e le proposte per le modifiche allo statuto del Comune Città di Capodistria, sono stati gli argomenti principali all'ordine del giorno della settima riunione del Consiglio della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria svoltasi mercoledì 26 giugno 2019.

Consiglio della CAN di CapodistriaConsiglio della CAN di Capodistria

Ricordiamo che la legge elettorale in Slovenia è in discussione da diverso tempo e che nelle prossime settimane dovrebbe entrare nella procedura parlamentare. Per quanto riguarda la Comunità Nazionale Italiana e di conseguenza anche quella ungherese, è in vigore il famigerato sistema Borda che, tramite un complesso sistema, porta dei punti ai candidati che devono essere eletti. La proposta attualmente più considerata è quella del maggioritario a turno unico ed è quanto ha deciso di proporre anche la CAN di Capodistria in vista della riunione allargata della CAN Costiera di venerdì 28 giugno, con all'ordine del giorno appunto il nuovo sistema elettorale ed alla quale interverrà anche il deputato italiano al Parlamento di Lubiana, Felice Žiža. Lo stesso onorevole Žiža sarà presente il 12 luglio prossimo alla riunione di coordinamento fra i partiti presenti in Parlamento che di fatto darà il via alla procedura di modifica della legge in questione.

Per quanto concerne gli emendamenti allo Statuto del Comune Città di Capodistria, emendamenti che devono essere presentati entro il 30 giugno prossimo, da rilevare che la CAN di Capodistria ha presentato tutta una serie di aggiornamenti, anche al Regolamento di procedura del Consiglio Comunale, per dare maggiore potere contrattuale alla Comunità Nazionale Italiana. I suggerimenti riguardano diversi articoli e propongono che per la nomina del vice-sindaco di nazionalità italiana, di pertinenza del sindaco, venga ottenuto l’assenso della CAN. Si propone inoltre di inserire un rappresentante della Comunità in tutti gli organismi, comitati e commissioni, del Comune. Per avanzare le suddette modifiche è stata fatta un’analisi anche degli statuti di Ancarano, Isola e Pirano, in attesa della conclusione del processo di armonizzazione delle regole che interessano la Comunità Nazionale Italiana, avviato dalla CAN Costiera. Le proposte hanno lo scopo principale di evitare in futuro le difficoltà subentrate dopo le elezioni di novembre fra la CAN stessa ed il neoeletto sindaco di Capodistria. Nell’occasione il presidente della CAN Fulvio Richter, ha auspicato che le proposte accolte quest’oggi, siano fatte proprie da tutti e tre i consiglieri comunali di nazionalità italiana anche se a presentarle sarà Alberto Scheriani.

Il Consiglio della CAN ha avuto modo di ascoltare le relazioni presentate dai presidenti delle due Commissioni una per le questioni culturali e l’altra per le istituzioni scolastiche, rispettivamente Marco Apollonio e Gianfranco Stancich.

Consiglio della CAN di CapodistriaConsiglio della CAN di CapodistriaUn altro importante punto all’ordine del giorno, ovvero la tutela dei cimiteri nel comune di Capodistria, è stato unicamente di carattere informativo in quanto il vice-sindaco Mario Steffè, incaricato di portare avanti la questione, era assente. Richter ha riferito infatti che attualmente si è in attesa di un pronunciamento del Consiglio Comunale di Capodistria che è l’unico organismo competente a demandare la questione all’Istituto per la tutela del patrimonio culturale di Pirano.

Fra le varie il presidente Richter ha informato il Consiglio che a oltre due mesi dal messaggio inviato al Sindaco del Comune Città di Capodistria, Aleš Beržan ed al vice-sindaco di nazionalità italiana, Mario Steffè e dopo l’incontro seguito alla lettera, non sono stati registrati significativi passi avanti nelle questioni suggerite, fra le quali spiccano la stesura dei progetti per il restauro del Palazzo dei Nobili, sede delle scuola elementare e del ginnasio italiani e le croniche mancanze nell’attuazione del bilinguismo a vari livelli.