IL CATASTO FRANCESCHINO IN ISTRIA
Tutti gli interessati sono gentilmente invitati al Colloquio IL CATASTO FRANCESCHINO IN ISTRIA impianto, indagini, patrimonio Giornata di studio a 200 anni dalla mappa di Capodistria
  • Stampa

Il Catasto Franceschino in IstriaIl Catasto Franceschino in Istriamartedì, 29 ottobre 2019 alle ore 11.00

presso Palazzo Gravisi-Buttorai a Capodistria

Programma:

Ivan Zupanc: Frančiškanski katastar u Istri: prostor u katastru i katastar u prostoru

Tatjana Bradara: Katastar Franje I. i granične oznake na istarskom poluotoku

Gorazd Furlanič: Franciscejski kataster mesta Koper

Marina Paoletič: La pianta di Giacomo Fino e il Catasto franceschino: fonti inestimabili per la ricostruzione storico-urbanistica di Capodistria

Antonietta Colombatti: Il Catasto franceschino come patrimonio archivistico-culturale: prospettive di studio e valorizzazione nelle ricerche condotte presso l’Archivio di Stato di Trieste

Aleš Novak: Uporabnost arhivskih podatkov zemljiškega katastra pri rednem geodetskem delu

 

Il Catasto ‘franceschino’ è stato disposto dall’imperatore Francesco I d’Asburgo con l'ordinanza del 23 dicembre 1817 con cui venne avviato nell’Impero il sistema catastale tavolare. In ambito a questo, il geometra Luigi Strada realizzò nel 1819 la Mappa della città di Capodistria.

Il colloquio intende fare il punto su questa grande opera cartografico-documentaria ed in particolare sulla sua applicazione in Istria, prendendo spunto dal caso di Capodistria, senza tralasciare un inquadramento storico, il suo utilizzo odierno, il suo valore quale bene culturale ed aprire la riflessione circa la possibilità di iscrizione nel registro dei beni culturali.

Relatori:

Tatjana Bradara (Pola, 1968)

Archeologa, curatrice superiore presso il Museo archeologico dell’Istria di Pola, esperta di archeologia moderna e di segnali confinari in Istria.

Antonietta Cotombatti (Noale, 1975)

Storica, direttore dell’Archivio di Stato di Trieste, sede di conservazione del fondo relativo al Catasto franceschino.

Gorazd Furlanič (Capodistria, 1989)

Ingegnere di geodesia e di geoinformatica, laureato con una tesi sull’analisi della documentazione d'archivio relativa al catasto nella zona del Litorale.

Aleš Novak (Capodistria, 1967)

Perito geometra presso l’Amministrazione geodetica regionale di Capodistria, presidente della Società dei geometri del Litorale.

Marina Paoletič (Capodistria, 1985)

Storica dell’arte, socio della Società di studi storici e geografici Pirano, esperta di architettura, di paesaggio e di famiglie nobili istriane.

Ivan Zupanc (Zagabria, 1975)

Geografo, docente presso il Dipartimento di geografia della Facoltà di scienze naturali di Zagabria, esperto di geografia storica e demogeografia dell’Istria.