Riunione di settembre del Consiglio della CAN
Ampliamento ed adeguamento della scuola elementare e costruzione ex novo dell'asilo di Crevatini sono stati l'argomento principale della riunione del Consiglio della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria di martedì 14 settembre 2021.
  • Stampa

Consiglio della CAN di CapodistriaConsiglio della CAN di CapodistriaSia la scuola, ma ancor di più l'asilo, sezioni rispettivamente della “Pier Paolo Vergerio il Vecchio” e del “Delfino blu” di Capodistria, si trovano infatti ad operare in condizioni difficili per mancanza di spazio e soprattutto per inadeguatezza degli ambienti. Il progetto di massima, che comunque tiene conto – come ha rilevato il presidente della CAN, Fulvio Richter – di quelli che sono attualmente gli standard fissati dal Ministero per l'istruzione della Repubblica di Slovenia, verrà presentato nei prossimi giorni al Comune Città di Capodistria in qualità di fondatore, assieme alla CAN, e soprattutto di finanziatore delle istituzioni scolastiche in questione.

Particolare importante è, ha detto ancora Richter, che siamo riusciti, con un'azione tempestiva ed incisiva, a mantenere le tre sezioni dell'asilo di Crevatini che il Comune avrebbe voluto ridurre a due, mettendo in seria difficoltà l'istituzione prescolare della Comunità Nazionale Italiana. Negli ultimi anni infatti si nota un continuo aumento del numero di bambini e scolari che frequentano le nostre istituzioni.

Il Consiglio nel corso della riunione è stato informato inoltre che è in preparazione un piccolo dizionario su alcuni personaggi del mondo dell'arte, della cultura e delle scienze di Capodistria e della ricostruzione di alcuni ambienti e del giardino di Palazzo Gravisi-Buttorai, che per inciso ha ospitato anche la riunione del Consiglio della CAN, con il contributo finanziario della Comunità Autogestita Costiera della Nazionalità Italiana.