languageswitcher

Contatti top

Domenica, 18 Agosto 2019 07:20
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Quinto Numero
INforma
Quinto Numero

Anno
Ottobre 2018
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Giacomo Fino - Pianta di Capodistria 1619-2019
PROGRAMMA giovedì  1° agosto 2019

Pianta di Capodistria 1619 - 2019Pianta di Capodistria 1619 - 2019

 Capodistria, Palazzo Gravisi-Buttorai

sede della Comunità degli Italiani

“Santorio Santorio”

(via F.d.L, 10)

20.30:

presentazione del volume

Salvator Žitko:

Beneški Koper. Izseki iz zgodovinske dediščine

(Histria Editiones, 2019)

Relatore:

Dušan Mlacovič

21.30:

inaugurazione della mostra

Pianta di Capodistria 1619 - 2019Pianta di Capodistria 1619 - 2019Capodistria
1619.1819.2019

sabato  3 agosto 2019

Vie, piazzali e mura di Capodistria

riproduzione della più antica mappa di Capodistria

Pianta di Capod'Istria

ricognizione delle antichità cittadine

Sulle tracce di Giacomo Fino

 

Percorso guidato

Salvator Žitko, Neža Čebron Lipovec

Ritrovo intorno alle ore 9.00

al mercato cittadino

La Pianta di Capod’Istria di Giacomo Fino rappresenta la più antica mappa della città sino a noi trasmessa ed in assoluto una delle più remote dell’intera area nord adriatica. È stata redatta il 1° agosto 1619 su commissione del podestà e capitano Bernardo Malipiero per le necessità di rinnovo del sistema di fortificazione. Il disegno, conservato presso l’Archivio di Stato di Venezia, rappresenta un’essenziale fonte per lo studio della genesi della città e del suo impianto urbanistico. Il 400° anniversario della sua compilazione, così come il 200° della produzione del “Catasto franceschino” (1819), sono anche occasione di riflessione sul patrimonio architettonico-urbano di Capodistria e, più in generale, sul patrimonio culturale istriano fino ai giorni nostri (2019).