languageswitcher

Contatti top

Sabato, 28 Novembre 2020 14:52
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Sesto Numero
INforma
Sesto Numero

Anno
Dicembre 2019
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Riunione del Consiglio della CAN di Capodistria
Palazzo Gravisi-Buttorai ha ospitato, lunedì 29 giugno 2020, la tredicesima riunione del Consiglio della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria.

Palazzo Gravisi-ButtoraiPalazzo Gravisi-ButtoraiDopo una dettagliata informazione da parte del Presidente Fulvio Richter, sulle attività svolte in questo periodo di chiusura causa le misure anticoronavirus, che ha visto la CAN impegnata su più fronti e che comunque ha portato a termine con sollecitudine l’attività ordinaria, il Consiglio ha affrontato il tema principale all'ordine del giorno, la problematica dei finanziamenti. Nel mese di marzo - ha detto Richter - il Comune, con una delibera, aveva deciso di ridurre provvisoriamente del 10% le spese funzionali che hanno riguardato anche la CAN non incidendo comunque sulle spese per le attività culturali.

In tempi più recenti il vice-sindaco Mario Steffè ha portato a conoscenza i vertici della Comunità che il Comune Città di Capodistria sembra essere intenzionato ad operare dei tagli al bilancio comunale, tagli che potrebbero interessare anche le attività culturali della Comunità Nazionale Italiana.

La Presidenza - ha rilevato Fulvio Richter - ha reagito immediatamente inviando, in data 25 maggio 2020, delle lettere al Sindaco del Comune Città di Capodistria, sig. Aleš Bržan, al Vicesindaco, Sig. Mario Steffè, alla Direttrice dell'Amministrazione comunale, sig.ra Tamara Kozlovič, al Dirigente dell'Ufficio Affari sociali, sig. Timotej Pirjevec ed alla Dirigente dell'Ufficio Finanze, sig.ra Vilma Milunovič. Nelle missive sono state spiegate le ragioni per cui i ventilati tagli non devono in alcun modo interessare la componente minoritaria.
Ora - ha concluso Richter - dovremo seguire attentamente la situazione e se le misure dovessero essere confermate, organizzeremo un incontro con il vicesindaco ed i nostri Consiglieri comunali, che sono comunque costantemente informati sulle decisioni della CAN, per armonizzare ed adottare le azioni più idonee ad affrontare la situazione.

Ascoltate ed approvate quindi le relazioni dei responsabili della Commissione per cultura e biblioteche, Marco Apollonio e di quella per asilo, scuola e giovani, Gianfranco Stancich. Ambedue hanno posto l’accento sul fatto che molte della attività pianificate si sono dovute arrestare causa l’epidemia. Molte altre invece sono state portate a termine con successo. Degna di nota l’iniziativa di un concorso di lettura che stimoli - ha detto Apollonio - attraverso la competizione, un clima favorevole alla lettura nelle varie classi delle scuole elementari. Di grande importanza anche l’entrata nel sistema bibliotecario Clavis di tutte le biblioteche italiane funzionanti sul territorio mentre è stato proposto il contemporaneo allargamento dello stesso sistema anche alla Croazia investendo in primo luogo il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno che con il suo  patrimonio librario, quantificabile intorno ai 100 000 titoli, rappresenterebbe un significativo apporto al sistema, rafforzando in maniera predominante il patrimonio bibliografico della nostra Comunità Nazionale arricchendolo soprattutto di testi specifici riguardanti la nostra identità nazionale.

Gianfranco Stancich da parte sua ha illustrato il progetto di un corso di lingua e cultura italiana per i genitori dei bambini stranieri che frequentano la scuola elementare ed il ginnasio italiani di Capodistria per avvicinarli così alla nostra cultura ed alle nostre problematiche. Di grande spessore anche il progetto “Giochi per bambini ipovedenti”, creato in collaborazione con la Scuola elementare Pier Paolo Vergerio il Vecchio, l’Istituto penitenziario e la Facoltà di Pedagogia di Capodistria.