17.3 C
Capodistria
giovedì, 30 Maggio, 2024
ItalianoSlovenščina
HomeAttualitàQuinta riunione ordinaria del Consiglio CAN

Quinta riunione ordinaria del Consiglio CAN

Il piano strategico di sviluppo culturale della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria per l’attuale mandato, è stato il punto qualificante della riunione del Consiglio della CAN di martedì 17 ottobre 2023.

Il documento traccia le strategie della CAN in campo culturale. Le direttrici fondamentali che segneranno l’attività in questo settore sono tre: l’inclusione dei giovani, le attività per i soci e la promozione degli eventi culturali.

Quinta riunione ordinaria del Consiglio della CAN di Capodistria

La presidente della CAN di Capodistria, Roberta Vincoletto, ha sottolineato che la CAN di Capodistria non organizza eventi culturali in prima persona, ma lo fa attraverso le tre Comunità degli italiani e l’associazione AIAS, che operano sul territorio del comune città di Capodistria. Il piano interessa da vicino i grandi eventi culturali, siano essi di interesse per i connazionali come quelli che investono tutto il territorio; eventi che contribuiscano a riportare i connazionali nelle sedi delle Comunità degli italiani mentre la terza direttrice si prefigge di favorire iniziative che riportino le fasce più giovani a contatto della realtà minoritaria.

Il piano approvato nella seduta che apre l’attività autunnale del Consiglio, prende le mosse da un documento analogo, approvato a suo tempo dalla CAN Costiera.

Il consigliere Alberto Scheriani ha ribadito che la CAN svolge un ruolo prettamente politico e pertanto deve garantire i finanziamenti a chi è demandato a fare cultura. Ondina Gregorich Diabatè ha da parte sua espresso rammarico in quanto, a suo dire, la Comunità degli italiani di Capodistria è praticamente vuota e che diversi connazionali per fare attività si recano addirittura a Isola. La consigliera Gregorich Diabatè ha inoltre auspicato un maggior coinvolgimento delle scuole. A tal proposito la presidente Vincoletto ha assicurato che nello specifico si stanno già avviando iniziative ed ha citato in proposito la collaborazione con il Giardino d’infanzia “Delfino Blu” che quest’anno celebra il trentennale come ente autonomo.

Sempre per quanto riguarda scuole e asili la presidente ha informato il consiglio sull’avanzamento delle proposte progettuali riguardanti la sezione periferica di Crevatini, per l’edificazione del nuovo asilo e l’adattamento della sezione dislocata della scuola elementare Pier Paolo Vergerio il Vecchio. In proposito è stato auspicato che il Ministero competente possa pianificare i mezzi nel 2025 ai quali si potrà concorrere per portare a termine l’importante progetto di Crevatini.

Articolo precedente
Articolo successivo
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Articoli recenti

Archivio

Accessibility