19.4 C
Capodistria
martedì, 25 Giugno, 2024
ItalianoSlovenščina
HomeAttualità“Storie d’amore e altri equivoci” di Marco Apollonio

“Storie d’amore e altri equivoci” di Marco Apollonio

Presentazione della raccolta di racconti

STORIE D’AMORE E ALTRI EQUIVOCI
(Edizioni Biblioteca centrale S. Vilhar, Capodistria, 2023)

8 dicembre 2023 alle ore 19.00

Palazzo Gravisi-Buttorai, Capodistria

Venerdì 8 dicembre alle ore 19.00 presso la sede della Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria (Palazzo Gravisi, Via Fronte di Liberazione 10, Capodistria), avrà luogo la presentazione dell’ultima opera letteraria di Marco Apollonio, la raccolta di racconti Storie d’amore e altri equivoci, pubblicato dalla Biblioteca centrale S. Vilhar di Capodistria.

L’autore, bibliotecario presso il Ginnasio G. R. Carli di Capodistria, nonché colto e raffinato lettore con una vasta conoscenza della letteratura italiana e internazionale, si colloca nel nuovo filone di letterati della Comunità nazionale italiana dell’Istria. Per la precisione quelli che non si richiamano più alle tematiche classiche della prima generazione, come a esempio l’esodo o gli altri traumi postbellici, ma che puntano l’accento sul disagio esistenziale e le difficoltà del vivere contemporaneo. Ed è proprio in tale ambito che si collocano i racconti di quest’ultima raccolta di Apollonio.

Originariamente pubblicato in lingua serba dalla Biblioteca Nazionale e Universitaria della Repubblica serba di Bosnia ed Erzegovina, nell’ambito della collaborazione in atto con la Biblioteca centrale S. Vilhar di Capodistria, il libro è stato tradotto e pubblicato anche in lingua italiana, su iniziativa dell’ente bibliotecario capodistriano e con il sostegno finanziario della Comunità autogestita della nazionalità italiana di Capodistria.  

Nei suoi lavori Apollonio esplora le derive psicologiche, le nevrosi, le passioni e le nuove percezioni sensoriali che segnano il nostro presente. La sua scrittura, che innesta sulla tradizione le più recenti esperienze letterarie, è insieme esercizio narrativo ed esistenziale. Una matura prova di stile, ricca di suggestioni scaturite dai meandri ambigui e ipertrofici dell’ego postmoderno, con la quale Apollonio cerca di affrontare il problema primario di ogni scrittura: la definizione di sé, di un proprio linguaggio e di un’esperienza del mondo.

La presentazione del libro è organizzata dalla Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria e dalla Biblioteca centrale “Srečko Vilhar” di Capodistria, in collaborazione con l’Info-libro di Capodistria, nell’ambito del programma culturale della Comunità autogestita della nazionalità italiana di Capodistria, cofinanziato dal Comune città di Capodistria e Ministero per la cultura della Repubblica di Slovenia. 

*****

Marco Apollonio nasce nel 1964 a Capodistria, dove risiede. Compie gli studi all’Università di Trieste e la ricerca di dottorato presso l’Università del Litorale di Capodistria. Nel 1990 viene assunto come giornalista presso Tv Koper-Capodistria.

Nel 1993 inizia a insegnare presso il Ginnasio Gian Rinaldo Carli di Capodistria. Lo stesso anno esce per Firenze Atheneum il saggio Breve antologia dello humour nero nella letteratura triestina del Novecento. L’anno seguente viene assunto in pianta stabile dal Ginnasio come bibliotecario, mansione che svolge tuttora. Nel 1996 esce la raccolta di racconti Corpi/Tijela in un’edizione bilingue italiano croata pubblicata dalla EDIT di Fiume insieme alla Durieux di Zagabria.

Nel 1998 una raccolta delle sue liriche viene inserita nel numero speciale della Battana intitolato Per molti versi, interamente dedicato alla poesia.

Nel 2000 entra a far parte dell’antologia poetica Ragioni e canoni del corpo pubblicata a Milano. Successivamente vince per cinque volte il secondo premio al concorso d’arte e cultura Istria Nobilissima e pubblica racconti e articoli di critica per La battana, le Primorske novice, Annales, Revija 2000. Nel 2009 viene pubblicato, sempre dalla EDIT, il libro L’altra parte del cielo. È inoltre autore delle prefazioni alle edizioni slovene di Teorema e Petrolio di Pier Paolo Pasolini, Ka di Roberto Calasso, Camere separate di Tondelli, Seminario sulla gioventù di Aldo Busi, Crinale estremo di Nelida Milani e di alcune voci dell’Enciclopedia istriana. Nel 2014 un suo racconto viene pubblicato nell’antologia Di lingua in lingua che raccoglie le opere di scrittori che vivono in Slovenia e che scrivono in una lingua diversa da quella slovena. Nel 2016 esce il libro Majhni brodolomi pred svitanjem (Piccoli naufragi nelle ore che precedono l’alba), una silloge di racconti scelti, già pubblicati in altri libri o riviste e ora, per la prima volta tradotti in sloveno. Nel 2022 viene pubblicato il suo ultimo libro Ljubavne priče i druge zablude (Storie d’amore e altri equivoci) che esce in lingua serba.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Articoli recenti

Archivio

Accessibility