11.1 C
Capodistria
giovedì, 8 Dicembre, 2022
ItalianoSlovenščina
HomeincontriIl Premio "Golfo di Trieste" a Isabella Flego

Il Premio “Golfo di Trieste” a Isabella Flego

Consegnati domenica 23 ottobre 2022 nell’auditorio della Casa della musica di Trieste, i premi del tradizionale concorso letterario e di poesia “Golfo di Trieste”. Si tratta di un premio – è stato detto fra l’altro nel corso della cerimonia – che viene attribuito annualmente dal Salotto dei poeti di Trieste e che ormai da molto tempo ha superato i confini regionali ed addirittura nazionali. Fra i premiati di questa edizione anche la scrittrice, poetessa e ricercatrice capodistriana, nonché connazionale, Isabella Flego, per il racconto “La galleria della memoria”.

Michele Lobianco

Fra il numeroso pubblico da notare la presenza dell’Assessore ai servizi generali del Comune di Trieste, Michele Lobianco e l’On. Felice Žiža, deputato italiano al Parlamento di Lubiana.

Isabella Flego e l’On. Felice Žiža

Il racconto autobiografico agile e sciolto, – si legge nella motivazione al premio –  sviluppato su una matrice di segno epico, psicologico e testimoniale, è ben strutturato. Il suggestivo, struggente ricordo della miniera, evocato dalla visita a una galleria al museo di Albona, e la precisa e ben delineata caratterizzazione della figura del padre dell’autrice, costituiscono la ricca tessitura di queste pagine narrative incentrate sulla ricerca del vero significato della vita, lungo un complesso itinerario esistenziale.

Il numeroso pubblico

La professoressa Flego nel ringraziare per l’ambito riconoscimento, ha tracciato brevemente il suo percorso nella stesura dell’opera. Nel visitare la galleria riprodotta presso il museo del minatore di Albona – ha detto Isabella Flego – ho rivisto e compreso appieno la vita e soprattutto la fatica di mio padre che per 38 anni ha lavorato in miniera. Gli oggetti esposti in quel luogo, le lampade, il vagoncino, un pezzo di rotaia, svariati attrezzi da minatore, non possiedono l’uso della parola, ma comunque parlano e suggeriscono qualcosa del minatore e della miniera. Sono entrata in quella galleria e ne sono uscita profondamente cambiata. L’esposizione della scrittrice è stato seguito con commozione ed in religioso silenzio dal numeroso uditorio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ricevi le notifiche sulla tua email

Registra la tua email per ricevere le notifiche sui nuovi contenuti del sito della CAN di Capodistria.

Articoli recenti

Commenti recenti

Archivio