19.4 C
Capodistria
martedì, 25 Giugno, 2024
ItalianoSlovenščina
HomeNotizie CANQuarta riunione ordinaria del Consiglio della CAN

Quarta riunione ordinaria del Consiglio della CAN

Quarta riunione ordinaria del Consiglio della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Capodistria giovedì primo giugno 2023.

Alla riunione è intervenuto anche il vice-sindaco italiano del Comune Città di Capodistria, Mario Steffè, che ha svolto una esauriente relazione su alcune problematiche di estrema attualità quali la realizzazione del bilinguismo visivo a Capodistria, la tutela dei cimiteri storici di San Canziano ma anche di quelli periferici, la pubblicazione anche in lingua italiana del periodico d’informazione del Comune di Capodistria “MOK” e la mostra permanente di storia moderna e contemporanea del Museo Regionale di Capodistria recentemente aperta dopo il restauro del padiglione che la ospita.

Riunione Consiglio CAN

Per quanto riguarda il bilinguismo ricordato che la Commissione per le nazionalità del Comune, presieduta da Alberto Scheriani, ha recentemente preso in visione la relazione del servizio d’ispezione intercomunale che, accanto a determinati passi in avanti positivi, ha auspicato con forza l’accoglimento del decreto, preparato dalla Comunità Autogestita Costiera, che uniforma le norme in merito al bilinguismo in tutti e quattro i comuni istriani.

Un po’ più complessa la problematica della tutela dei cimiteri storici di Capodistria e del circondario in quanto senza una documentazione preparata dall’Istituto per la tutela dei beni culturali della Slovenia, Ufficio regionale Pirano, non è possibile avviare l’iter. A breve ci si attende – ha detto Steffè – una riunione con tutti i soggetti interessati per sbloccare la situazione.

Il vice-sindaco Mario Steffè

Stesso discorso per la mostra permanente di storia moderna del Museo di Capodistria che al momento presenta notevoli incongruenze. Anche in questo caso sarà convocata a breve una consultazione per ovviare alle difficoltà.

Il periodico “MOK” esce purtroppo ancora con pochi contenuti in lingua italiana e sarà necessaria anche in questo caso un’azione comune per vedere di inserire un numero maggiore di contributi per rendere più fruibile il giornale anche agli appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Articoli recenti

Archivio

Accessibility